La canzone della terra

“Da quando ero bambina ho desiderato seguire i tuoi passi”. Una voce over commenta la ripresa dall’alto di un uomo che si inoltra a piedi in un vasto paesaggio innevato. È la voce di Margreth Olin, documentarista norvegese nata nel 1970. L’uomo che procede con le bacchette da camminata nordica è suo padre, Jørgen Mykløen, amante della natura e suo punto di riferimento. Il genitore che, quando lei era piccola, invece di leggerle una storia, l’ha sempre portata fuori, a camminare, mostrandole come prendersi il tempo necessario per osservare la natura. Il paesaggio, protagonista del film, è quello, magnifico, della valle di Oldedaden, nella parte Sud Ovest della Norvegia. Nello specifico, del suo più grande ghiacciaio, il Jostedalsbreen.

Prenotazione per il film

La canzone della terra

ATTENZIONE
La prenotazione è valida fino a 30 minuti dall’inizio dello spettacolo. Oltre questo termine i posti saranno rimessi in vendita.

Cineclub 2024/2025

Sono aperte le iscrizioni al Cineclub del Cinema Vittoria 2024/25 potete recarvi, con una fotografia formato tessera, nei giorni e negli orari di apertura del

LEGGI TUTTO