Il ritratto negato

"Un film importate, a tratti commovente. Il testamento spirituale e artistico di Wajda, irriducibile visionario." Anna Maria Pasetti

Sala:

Regia: Andrzej Wajda

Durata: 98'

Genere: Biografico

Nazione: Polonia

Cast: Boguslaw Linda, Aleksandra Justa, Bronislawa Zamachowska, Zofia Wichlacz, Krzysztof Pieczynski

Trailer: https://youtu.be/Ly-KpvvvNBc

Nella Polonia post bellica, il famoso pittore Władysław Strzemiński lavora come professore nella Scuola Nazionale di Belle Arti di Łódź. Grande artista, fondatore del Museo di Arte Moderna della città e teorico della corrente dell'Unionismo, viene considerato dai suoi studenti come il "Messia della pittura moderna", anche se le autorità universitarie e il Ministero della Cultura non sono dello stesso parere. Diversamente dagli altri artisti fedeli alle dottrine del Partito Comunista, Strzemiński infatti non compromette la sua arte e, rifiutandosi di assecondare le regole di Partito, viene espulso dall’Università e dal sindacato degli artisti. Gli studenti però, continuano a sostenerlo, frequentando le sue lezioni in forma privata e trascrivendo le sue teorie. Senza lavoro e indebolito per le amputazioni subite, Strzemiński continua a patire l'azione denigratoria dei vertici del Partito, decisi a rovinarlo nonostante la sua condizione di povertà e indigenza. E fino alla fine, all’ottusità ideologica dello stalinismo, l’artista rispose con la necessità della libertà d’espressione e dell’autonomia dell’arte.