I never cry

1 luglio 2022 – Il secondo film di Piotr Domalewski indaga un’esperienza comune a migliaia, se non milioni, di polacchi in un modo che renderebbe orgoglioso Ken Loach

Ola, interpretata dall’esordiente Zofia Stafiej, è la tipica diciassettenne che ancora non sa bene come gestire la sua vita e le conseguenze che portano parole ed azioni. È un’adolescente come tante, con la testa sulle spalle ma anche con una vena di ribellione nel sangue. Insieme alla madre si prende cura del fratello disabile, mentre il padre si trova nella Repubblica d’Irlanda per lavoro.

Spera di poter diventare tassista e segue (infruttuosamente) le lezioni di scuola guida, nell’attesa che il padre le mandi il denaro per acquistare un’auto. La giovane protagonista sarà presto costretta a cambiare i suoi piani e volare da sola a Dublino per riportare a casa la salma del padre, morto improvvisamente in un terribile incidente sul lavoro. Il viaggio, affrontato con apparente freddezza, spingerà Ola a stabilire un rapporto ideale con il padre defunto, ripercorrendo la sua storia personale, ma si troverà anche davanti ad un dramma sociale, come la migrazione economica dei suoi concittadini polacchi. Un duro colpo per un’adolescente che sta crescendo con il sogno della generazione Erasmus e l’ideale di un’Europa unita, anche dal punto di vista economico e sociale.

Prenotazione per il film

I never cry

ATTENZIONE
La prenotazione è valida fino a 30 minuti dall’inizio dello spettacolo. Oltre questo termine i posti saranno rimessi in vendita.